Comprare online visite, escursioni, citypass...
Pierre Planchenault
© Pierre Planchenault

A ciascuno la propria enoteca

Del vino di qualità selezionato con cura, dei consigli dettagliati e degli spizzichini invitanti, ecco le regole d’oro dell’enoteca. Ma la maggior parte hanno un piccolo qualcosa in più che ci fa vibrare, una pista per danzare tra due bicchieri, dei cocktail a base di vino o delle serate vino e rugby, sta a voi scegliere quale ambiente si adatterà alla vostra serata !

Una enoteca per essere come a casa

Le tchin tchin bar propone dei vini bio o in biodinamica della nostra regione e del mondo intero. “Sono fatti con poco intervento sul vitigno e in cantina” spiega Anthony e Yuaniun i responsabili a cui piace accogliere i clienti “come a casa”, in tutta semplicità. Per avere questi incontri in ricordo, Anthony disegna i volti dei consumatori sui muri. Sul loro menu si trova una selezione di vini arancione, un vitigno bianco macerato con la pelle che l’ossidazione ha fatto cambiare di colore, stupefacente !

© Tchin Tchin Wine Bar
© Tchin Tchin Wine Bar

 

  • 3 Rue Emile Duployé, Bordeaux, 
  • (+33) 05 56 38 49 80

 

Un’enoteca per ballare

Una bella associazione che unisce il vino e la danza, il segreto delle feste riuscite. A l’Atelier au Haillan, i genitori, ballerini e la loro figlia laureata nel vino, si sono associati per condividere la loro passione. Risultato : una buona cava e un parquet che accoglie delle serate rock, salsa, bachata dal mercoledi al sabato. E cosa c’è di meglio se non un bicchiere di buon vino per disinibirsi prima di lanciarsi sulla pista ?

©L'Atelier
©L'Atelier<br /> &nbsp;

  • 28 Avenue Jean Mermoz, Le Haillan 
  • (+33) 09 67 26 35 01

 

Un’enoteca per i cocktail al vino

E se per cambiare degustate dei vini locali... in un cocktail ?! Il punto rosso propone dei cocktail particolarmente a base di vino come il “ Sauterne Spritz” (Suze, Sauterne, Champagne) o ancora il “Bordeluche”, diventato il cocktail firma dei luoghi : un vino assai tannico che si sposa con un rum invecchiato in un fusto di cognac, dal frutto della passione e un goccio di Marie Brizard. I puristi si rassicurino, troveranno il loro piacere tra le 1200 referenze della carta dei vini.

©Le Point Rouge
©Le Point Rouge<br /> &nbsp;

  • 1 quai de Paludate, Bordeaux, 
  • (+33) 05 56 94 94 40

 

Un’enoteca per scegliere la playlist

A L'Œnolimit, coloro che si mettono nella sala in fondo possono scegliere la musica, verissimo ! In questa enoteca piacevole e moderna si chiacchiera volentieri con il vicino aspettando Olivier, il padrone che venga a comprendere i vostri gusti per consigliarvi al meglio. La carta dei vini propone una cinquantina di referenze di vini di Bordeaux e altrove con qualche Castello fisso. Il resto della selezione evolve a seconda di quello che Olivier riesce a scovare. Dopo qualche bicchiere e la combinazione delle scelte musicali degli ospiti, puo’ succedere che la serata finisca su qualche passo di danza.

©L'oenolimit
©L'oenolimit

  • 2 Rue des Ayres, Bordeaux, 
  • (+33) 05 57 88 34 19 

 

Un’enoteca per il terzo tempo  

Da Le Pepère, è il nome di questa enoteca alla buona situata a qualche passo dalla piazza Gambetta.  Con un buon salame, potrete degustare un bicchiere di vino tra una selezione 100% francese di piccoli produttori e viticultori indipendenti. I vini, lavorati in diretta con le tenute, sono al prezzo proprietà. L’emblematico padrone è un  tifoso di rugby, potrete quindi seguire il Top 14 o il torneo delle VI nazione, un buon bicchiere in mano e inevitabilmente... condividere il terzo tempo. Avviso per gli amanti del jazz, una bella programmazione di concerti e jam session è proposta durante tutto l’anno.

©Chez Le Pépère
©Chez Le Pépère

 

 

  • 19 Rue Georges Bonnac, Bordeaux 
  • (+33) 05 56 44 71 79 

 

Anche da vedere