Acheter visite, escursioni, citypass...

Le cioccolaterie di Bordeaux

Dal prezioso xocoatl, che veniva scaricato nel porto ai tempi della marina mercantile, ai popolari sarments du Médoc nati nel 1969, la storia della regione di Bordeaux è strettamente legata a quella dell'ingrediente più goloso: il cioccolato. Una tradizione di lusso ed eleganza che gli artigiani di oggi perpetuano con passione... e rendono accessibile a tutti!

Un po' di storia del cioccolato a Bordeaux

Il cacao è una pianta tropicale originaria del Sud America. Ai tempi degli Aztechi, veniva utilizzato nella preparazione dello xocoatl, una bevanda sacra, fondente e amara come la liquirizia, che ha dato il nome al cioccolato. Fu l'imperatore Carlo V, sovrano di Spagna, a chiedere l'aggiunta di spezie e miele alla bevanda.

Quando Anna d'Austria venne a sposare il re di Francia, Luigi XIII, lo portò in valigia e viaggiò in diverse città del sud-ovest. Biarritz e Bayonne hanno mantenuto la tradizione... insieme a Bordeaux, il luogo dove si è sposata Anna d'Austria. È così che il cioccolato è arrivato a Bordeaux e si è diffuso nella regione.

La più antica cioccolateria di Bordeaux

Nel 1825 fu fondata la marca di cioccolato e senape Louit. Divenne rapidamente il più grande marchio del sud-ovest della Francia. Alla fine del XIX secolo, ci fu un boom. I chocolates de Guyenne, nati in una farmacia del quartiere Saint Jean, si spostarono in una fabbrica a Passage Grenier. Nel 1901, fu la farmacia François a creare la sua cioccolateria a Talence, ma fu riacquistata nel 1922.

Bastoncini di cioccolato direttamente dal Médoc

Nel 1969, a Margaux, l'omonima cioccolateria iniziò a produrre bastoncini di cioccolato per riempire i famosi pain au chocolat (o chocolatine, come vengono chiamati nella regione!). Ma un giorno si verificò un incidente nella catena di produzione, creando di una serie di bastoncini irregolari, attorcigliati e troppo sottili. Sembravano i tralci di vite che vengono potati nei vigneti; fu così che questi bastoncini divennero la specialità di cioccolato del Médoc.

Dove bere della buona cioccolata calda a Bordeaux?

A Miremont, rue Buffon, potrai gustare un'ottima cioccolata calda. Questa sala da tè serve una ricetta unica e deliziosa a base di latte, ovviamente, ma concedendoti lo stesso lusso del rituale come se fossi Anna d'Austria... 

Quali sono i cioccolatini di tendenza a Bordeaux?

Quelli della chocolaterie Hasnaâ, un negozio creato originariamente in rue Fondaudège nel 2014 da Hasnaâ Ferreira, e ora situato in rue de la Vieille Tour. Formata da Saunion, ha ricevuto il premio come cioccolatiere dell'anno nel 2017, il suo negozio è pieno di creazioni impressionanti e raffinate di cioccolatini pregiati che devi assolutamente provare prima di andare via!

Quali sono le maison emblematiche della tradizione del cioccolato?

  • La maison Cadiot-Badie, nata nel 1826 come pasticceria, si è specializzata in cioccolatini con le sorelle Badie dal 1900. I suoi laboratori sono oggi a Pessac.
     
  • La maison Darricau, è nata nel 1915. Il marchio è sempre rimasto di famiglia e ora ha quattro generazioni di segreti del patrimonio del cioccolato.
     
  • La maison Saunion, situata a Cours Clémenceau, è nata nel 1863. Sono gli unici a Bordeaux ad aver ricevuto l'etichetta di "azienda del patrimonio vivente" e sono regolarmente annoverati tra i migliori produttori di cioccolato in Francia al Salon du Chocolat. Se ti stai chiedendo dove si trova il laboratorio quando entri nel negozio, è proprio sopra di te.

Queste tre maisons sono senza dubbio le tre istituzioni dell'alta tradizione cioccolatiera di Bordeaux!

 

Anche da vedere