Comprare online visite, escursioni, citypass...

Selezione di cocktail bar a Bordeaux

Negli ultimi anni, i cocktail sono tornati di moda. Scomparse le dubbie miscele del Proibizionismo americano o le bevande di scarsa qualità degli anni '80. Oggi i cocktail sono un'arte, che ha anche un nome: mixologia. A Bordeaux, come in ogni altro posto, i cocktail bar sono diventati dei bar alla moda. Ecco una selezione di bar.

 

Il cocktail bar imperdibile: il Point rouge

Quando si tratta di cocktail, il Point Rouge e il suo menù con 100 miscele è un must. Situato nell'ex magazzino del vino del Château Descas, il Point Rouge occupa 550 m2 e ha un'atmosfera accogliente, ideale per degustare le bevande, ognuna con le sue ricette precise e ricercate. Il locale, che ospita anche una delle più belle cantine di Bordeaux, ha fatto dei cocktail a base di vino la sua firma.  
La sua specialità ? Il Bordeluche: vino rosso, rum, purea di frutto della passione, un goccio di Marie Brizard e sciroppo al miele.

SAPERNE DI PIÙ

 

Il più selvaggio: King Kong Bar

Anche questo cocktail bar è un concetto a sé stante: il King-Kong Bar è un locale con una decorazione interamente vegetale, con un'atmosfera rilassata da "giungla" direttamente ispirata a Bali. Tra le piante e la schiuma, Arnaud, il capo mixologo, ha fatto del cocktail personalizzato la sua specialità: secondo i gusti dei suoi clienti elabora composizioni uniche. Per quanto riguarda i must, possiamo citare il : una miscela di vodka, sakè, liquore Yuzu, succo di limone e sciroppo di pesca. Oppure il Concomber: gin Hendrick's, liquore Saint-Germain, succo di lime, sciroppo di cetriolo, bacche rosa e schweppes matcha.

King Kong Bar - Bar à cocktails
©King Kong Bar

 

SAPERNE DI PIÙ

     

    Il più accogliente: il Carrelet

    Il Carrelet è la novità del progetto Bassins à Flots e offre una gamma di cocktail in un'atmosfera accogliente e conviviale, dai più classici come il mojito o il bloody mary alle creazioni più inventive. Tra questi ultimi, il suo best-seller, battezzato "Vas Y Francky", composto da note di frutto della passione, arancia, vaniglia e rum. Disponibile anche come mocktail, cioè in versione analcolica, chiamato "Baby Francky": succo di mela, un'arancia spremuta, purea di frutto della passione, menta e sciroppo alla vaniglia. 

    Le Carrelet - Bar à cocktails
    ©Le Carrelet Bar

     

    SAPERNE DI PIÙ

         

        Il più particolare: Madame Pang

        Con il suo raffinato arredamento di ispirazione asiatica e l'atmosfera sobria, Madame Pang è davvero singolare: in questo bar si mangia il Dim Sum (ravioli ripieni di gamberi, anatra, verdure, ecc.) accompagnati da cocktail elaborati e intriganti. La sua caratteristica? Ogni volta un profumo o un ingrediente di origine asiatica (una spezia, un frutto...), come una delle specialità locali: il Madam's favorit, un twist del martini al litchi.

        Madame Pang - Bar à cocktails
        ©Madame Pang 

         

        SAPERNE DI PIÙ

            Il cocktail bar bistronomico: Symbiose

            Conosciuto per la sua cucina bistronomica, il Symbiose è anche un cocktail bar! In questo ex magazzino del vino, dietro un orologio trompe l'oeil, si nasconde una stanza sul retro dove Lucas, il barista, prepara cocktail, ognuno più creativo dell'altro. Il loro best-seller? Lo zombie gris-gris: sciroppo al frutto della passione, pepe giamaicano, acqua di rooibos, lime, estratto di semi di pompelmo, frutto della passione e bénédictine, rum ambrato e cognac! Un'altra particolarità di Symbiose è che si riforniscono di verdure ed erbe aromatiche dal loro orto delle Landes a Belin-Beliet. 

            Symbiose Bar - Bar à cocktails
            ©Symbiose Bar 

             

            SAPERNE DI PIÙ